Portogruaro, la mia città.
Soltanto l’acqua mancava per completare la somiglianza con Venezia.. (Ippolito Nievo)
Portogruaro, città d’arte tra Medioevo e Rinascimento, la sua origine di città portuale risale al 1140, attraversata dal Fiume Lemene, un tempo interamente navigabile, che oggi offre scenari suggestivi per la loro inimitabile bellezza. Il centro storico si sviluppa lungo due strade parallele al corso del Lemene, Via Martiri della Libertà e via del Seminario, su cui si affacciano edifici antichi e lunghe file di portici. I Palazzi sono magnifici esempi di gotico italiano e veneziano e come in una piccola Venezia, hanno l’accesso sulla via e sul fiume. Il centro della Città è Piazza della Repubblica con il Palazzo Municipale, considerato il maggiore monumento medievale in stile gotico di Portogruaro, vicino il Pozzo delle Due Gru e i Mulini. Il Duomo di Sant’Andrea merita una visita per le opere d’arte e le pitture di scuola veneta che contiene, così come l’Antica Pescheria con l’Oratorio dedicato alla Madonna. Dal ponte, la vista del campanile pendente, l’abside del Duomo, il Battistero e la facciata anteriore degli antichi Mulini sul Lemene, ora sede della Galleria Comunale d’Arte Contemporanea, “Ai Molini”. Da qui inizia un percorso pedonale che correndo lungo il fiume conduce al Museo Nazionale Concordiese che conserva reperti provenienti dalla vicina Concordia Sagittaria, antica colonia romana. La cinquecentesca Villa Comunale, che si apre su un ampio parco, è sede del Museo paleontologico Michele Gortani. Via Cavour, con la sua doppia fila di portici e di palazzi gotico rinascimentali, è da percorrere fino al lungo porticato neoclassico del Collegio Marconi, preceduto dalla romanica chiesa di San Luigi e alla Torre di Sant’Agnese, che ospita il Museo della Città. 

free web templates
Digital Art

Art Illustration                 
Photography
Video editing

Contacts

Email:
dodicesimadimensione.it